Elena CerneiNata il 1 Marzo 1924 a Bairamcea, provincia Sarata, regione Odessa (attualmente Ucraina e all'epoca Bessarabia, regione appartenente alla Romania fino alla sua annessione nel 1940 da parte dell'Unione Sovietica).

Ha studiato la scuola elementare e il liceo nella regione natia e si è trasferita a Bucarest durante la seconda guerra mondiale quando ha seguito i corsi della Scuola Sanitaria sotto il patronato della allora Regina Elena della Romania.

Subito dopo la guerra, lavorando come infermiera ospedaliera, si è preparata per l'esame di ammissione al Conservatorio Nazionale di Musica di Bucarest (1948-1954) a regime universitario e costituito al posto della precedente Accademia Reale di Musica attiva durante la monarchia. Durante gli studi universitari ebbe degli illustri professori: Constantin Stroescu (Canto - tenore lirico dalla carriera artistica internazionale molto importante svolta in Europa e America), Jean Rânzescu (Regia di Opera), Jean Bobescu (Repertorio operistico), Ioan D.Chirescu (Teoria e Solfeggio), Zeno Vancea (Storia della Musica), Aurel Alexandrescu (Oratorio), Gheorghe Dumitrescu (Armonia), Nicolae Buicliu (Contrappunto), Emilia Comișel (Musicologia folclorica). Ha ottenuto la Laurea in Canto, Musicologia e Regia di Opera. Ancora studentessa universitaria, fu assunta solista della Filarmonica Romena di Bucarest (1951) e dell'Opera Nazionale Romena di Bucarest (1952).

Il debutto assoluto avvenne alla Filarmonica Romena di Bucarest, il 27 maggio 1951 con la parte solistica per mezzosoprano nella "Cantata della patria" di Arutunian accanto al grande baritono romeno Petre Ștefănescu-Goanga, sotto la bachetta del direttore Theodor Rogalski. Esattamente un anno dopo, il 7 maggio 1952, avvenne anche il debutto all'Opera Nazionale Romena di Bucarest nel ruolo di Maddalena dell'opera "Rigoletto" di Verdi, sotto la direzione musicale di Mircea Rosensteck, la regia di Jean Rânzescu e avendo partener romeni illustri come il baritono Petre Ștefănescu-Goangă, il tenore Rudi Ledeanu, il soprano Judith Lazarovici, il basso Nicolae Tefănescu. Per i primi sette ani della sua carriera attivando contemporaneamente nelle due istituzioni artistiche - la Filarmonica e l'Opera Nazionale - rimanendo poi solamente all'Opera quando ha iniziato la carriera internazionale.

Elena Cernei è una vocalità particolarissima in doppia coordinata di contralto e mezzosoprano con una estensione di tre ottavi completi e disponibilità per drammatismo, lirismo, agilità, coloratura e un nobile fraseggio di linea; la sua sonorità ampia metteva in risalto il timbro di una bellezza unica mentre l'avvenenza della figura gli consentiva una affascinante presenza scenica.

Nella storia universale dell'opera lirica, Elena Cernei è il primo mezzosoprano romeno affermato nei più grandi teatri lirici internazionali come Teatro alla Scala di Milano, New York Metropolitan Opera, Opéra de Paris, Wiener Staatsoper, Gran Teatro del Liceu di Barcellona, Berliner Staatsoper e molti altri ancora. Al Metropolitan di New York ha cantato nelle ultime due stagioni del Vecchio Met e nelle prime tre stagioni del nuovo teatro inaugurato nel complesso di Lincoln Center. Tra marzo e aprile 1966, Elena Cernei fu scelta tra i grandi artisti dell'epoca che hanno onorato la cosiddetta leggendaria serie di recite straordinarie "The Last Mounth at the Old Met" cantando nelle ultime due rappresentazioni di "Aida" di Verdi accanto a Leontyne Price. Nell'autunno dello stesso anno fu tra gli artisti della inaugurale stagione del Nuovo Metropolitan dove fu la prima interprete europea di Carmen nell'opera di Bizet sotto la regia di Jean Louis Barrault e partecipò alla prima produzione con "Adriana Lecouvreur" di Cilea accanto a Renata Tebaldi e Placido Domingo nel suo debutto.

Nonostante le difficoltà rese dal regime comunista romeno nell'epoca, Elena Cernei, è riuscita ad affermarsi nei teatri lirici di Europa, America e Asia anche se in un numero di recite notevolmente inferiore rispetto alle richieste manageriali. Tuttavia, i suoi successi accanto ai più grandi artisti del suo tempo, sono rimasti memorabili grazie agli elogi della critica e alle incisioni audio e video realizzate.

Un altro primato della sua carriera è la performance di essere stata librettista, regista e interprete titolare alla prima assoluta dell'opera "Doamna Chiajna" ("La Principessa Kiazsna") di Nicolae Buicliu, il 16 ottobre 1973 all'Opera Nazionale Romena di Bucarest.

Elena Cernei è la prima artista lirica affermata a livello internazionale come ricercatrice scientifiche nell'ambito di studi dedicati ai meccanismi fisiologici della voce parlata e cantata a scopo pedagogico e terapeutico essendo insignita di prestigiosi titoli quali "Active member of the New York Academy of Sciences" (1985) e "Doctor Honoris Causa" dell'Università Nazionale di Musica di Bucharest (1999). Ha pubblicato libri di ricerca scientifica interdisciplinare come "L'Enigma della Voce Umana" (Bucarest 1982, Roma 1987) e "Et Fiat Lux" (Roma 1987, Bucarest 1999).